I documenti del Gruppo MAJESTIC-12

LA LETTERA DI SARBACHER
A STEINMAN

 

La lettera di Sarbacher a Steinman (11/83) - Traduzione in italiano di PaoloG
Hash MD5: 235418BDF502A2D05AD00E1DCEC9C834

La lettera di Sarbacher a Steinman (11/83) - Originale in inglese dal sito www.majesticdocuments.com

 

NOTE A CORREDO E LE MIE CONSIDERAZIONI PERSONALI SUL DOCUMENTO

1 – Dove si trova
Il documento si trova pubblicamente disponibile nel sito www.majesticdocuments.com, un sito privatamente gestito dal team di investigatori capeggiato dai dott. Robert. e Ryan Woods (rispettivamente padre e figlio), che contiene numerosi documenti di elevato interesse ufologico. Il documento si trova nella sezione denominata “Freedom of Informarion Act” (Legge sulla Libertà di Informazione); anche se non esplicitamente menzionato nelle note accompagnatorie nel sito, se ne desume che la richiesta formulata dal sig. Steinman sia stata formulata ai sensi di tale legge.

2 – Che tipo di documento é
Si tratta di una lettera scritta dal Dr. Robert Sarbacher, in qualità di Presidente dell’Istituto di Washington per la Tecnologia, rispondendo al sig. William Steinman, un ricercatore che, come privato cittadino, gli aveva posto delle domande in merito alle operazioni di recupero di dischi volanti schiantatisi al suolo (da quanto è dato capire dalle note accompagnatorie contenute nel sito, sembra riferirsi all’incidente del 1948 ad Aztec, Nuovo Messico).

3 – A che epoca risale
La lettera del Dr. Sarbacher è datata 29/11/1983; a quella data il Dr. Sarbacher aveva 76 anni.

4 - Perché lo ritengo interessante
Trovo molto interessante questo documento perché, anche se scritto da una persona che sembra non essere stata coinvolta più di tanto nelle operazioni:
- dà per scontato che vi sia stato un incidente dove un velivolo non terrestre si è schiantato al suolo.
- cita il Dr. Vannevar Bush come persona coinvolta nelle operazioni di recupero; il nome del Dr. Bush compare diverse volte anche nei documenti (non ufficiali) del fantomatico Gruppo MJ12 in qualità di capo o comunque in posizione di elevata autorità, quindi questo è un interessante riscontro incrociato.
- riconosce esplicitamente il “cover-up”, o copertura, messa in atto per impedire la diffusione di tali informazioni.
Considerando inoltre il fatto che il redattore aveva all’epoca una età alquanto avanzata, sembra logico dedurne che non si sentisse particolarmente vincolato al mantenimento del segreto di stato e/o timoroso di eventuali possibili ritorsioni.

5 – Conclusioni
Il documento presenta sia riferimenti incrociati come quello relativo al Dr. Bush, sia interessanti affermazioni in merito alla realtà del fenomeno UFO, dei relativi incidenti e delle indagini che ne derivano, nonché alla realtà dell’azione di insabbiamento messa in atto per coprirla.

PaoloG – 07 Marzo 2006


Per visualizzare questi documenti occorre avere installato sul proprio computer il programma gratuito Acrobat Reader della Adobe; fate click qui per scaricarlo
 

Questa pagina é stata vista   volte a partire dal 08/03/2006